Archivi

ANTICHI PORTI GRECI NEL MEDITERRANEO

Porti Greci nell'AntichitàL'Unione dei porti antichi greci è stata creata nel 1995 da una rete di città con la caratteristica comune di essere state fondate durante l'antichità greca. L'unione è stata promulgata nel 1996 con sede nell’antica città di Agata, l’odierna Aged del sud della Francia.  Nel 2002 la sede dell'Unione è stata trasferita a Larnaca, Cipro. Con il passare del tempo, ciò che è rimasto dell'Unione è una relazione nella pagina web di KTE (www.eduscience.gr-Activities ). L'obiettivo dell'Unione è il rafforzamento delle relazioni tra le città coinvolte, nei settori della cultura , dell'istruzione, dell'economia, della tecnologia e della comunicazione dei cittadini; più specificamente quella dei giovani. Nel 2008 iniziò un progetto, A Script on Mediterranean, con la partecipazione della tredicenne Evdokia Valli di Mitilini, che ha preso il primo premio europeo nel "concorso mondiale per bambini della pittura per l'ambiente", il concorso è stato organizzato sulla base del "Programma per l'Ambiente" delle Nazioni Unite – UNEP (http://archive.enet.gr/online_text/c=112 ). 


Nello stesso periodo, il 10-13 dicembre, si tenne a Gela, in Sicilia, un convegno organizzato dalla Rete delle Città del Mare dal titolo "New Scripts sul Mediterraneo – Per un mare aperto nella strategia per la crescita" (
www.mondogreco.net/Associazione/intex.htm  ). 
Oggi, ci sono molte iniziative e valide reti in tutto il Mediterraneo. Tuttavia, la guerra in materia di immigrazione, l'inquinamento ambientale e quella del mare, così come la dissolvenza della cultura locale sono ancora in corso. E la domanda che sorge è: perché questo? 
Può essere che ci siano cittadini che amano il mare così come la storia, come pure i fattori del turismo marino, diportisti, visitatori, operatori subacquei, archeologi e altri, e desiderano conservare l'acqua pulita, la cultura e la storia locale. Queste persone, in collaborazione, possono stimolare l'azione degli antichi porti greci e città di mare, e contribuire alla salvezza della regione mediterranea. 
I porti antichi greci possono essere tracciati dal Mar Nero (Maiotis lake) fino a l'Oceano Atlantico (Tartesso). Questi, da soli, costituiscono monumenti e la storia del genere umano, almeno per l'Occidente. 


Sulla base degli antichi porti,  delle città e dei cittadini attivi del Mediterraneo, la mappatura, la registrazione e la preminenza dell'identità culturale locale può avere inizio. Allo stesso tempo, la conservazione del mare e la salvaguardia della pace può essere potenziata. Il Mare, che divide e unisce, è il soggetto ed è alla base del cambiamento climatico. Poichè gli antichi porti greci e le Città del Mediterraneo sono i fattori di base delle attività svolte da parte dei cittadini attivi che , questi se connessi e collaborativi, possono avviare ora la revisione e la rinascita. 



IL METODO 
L'azione che dovrebbe iniziare è la seguente: 
A. Costituzione di un gruppo di lavoro, in ogni regione geografica, costituito da: 
1. Sportivi della nautica da diporto, fotografi, archeologi del mare, giornalisti e operatori di attività multimediali. 
2. Standardizzazione di attività di registrazione, definizione di trucchi geografici, registrazione di scoperte archeologiche, bollettini di registrazione, documentazione ed archiviazione di registrazioni. 
3. Creazione di pagine in internet o registrazione in Wikipedia 
4. Feedback del programma e azioni di valorizzazione. 
     
Partendo dalla Ionia, iniziamo la registrazione dei porti antichi della «Κοινών», dei Ioni.

Costituiamo, in primo luogo, gruppi di lavoro volontari in Samos, Chios e Teos determinando ogni anno anche il luogo di lavoro.


Le Istituzioni della collaborazione

Associazioni nautiche e appassionati del mare, enti locali (dove disponibili) e dei servizi archeologici (dove disponibili). 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.