Archivi

DELICETO 21 dicembre 2011 alla ri Scoperta di un Patrimonio storico-artistico dimenticato: lo scultore Brudaglio (XVIII sec.)

Una delle missioni principali dell’UNESCO consiste nell’ identificazione, protezione,  tutela e trasmissione alle generazioni future dei Patrimoni culturali e naturali di tutto il mondo.  Il Patrimonio rappresenta l’eredità del passato di cui noi oggi beneficiamo e che trasmettiamo alle generazioni future; i nostri patrimoni, culturali e naturali, sono fonte insostituibile di vita e di ispirazione, dal 1992 le interazioni tra uomo e ambiente sono riconosciute come paesaggi-cultura. Per la conoscenza, la tutela e promozione del PATRIMONIO identitario pugliese ai fini dell’Educazione allo  Sviluppo Sostenibile, nonché per la diffusione di Valori, Conoscenze, stili di Vita,  orientati al rispetto del Bene-comune, il Club UNESCO di Bisceglie, presieduto da Pina Catino,  I cui programmi,  nell’ambito della Cultura, sono volti a favorire e ampliare gli scambi tra tutte le culture e ad affermare l’ identità culturale di tutta la società, con il Club UNESCO Andria il P residente Franco Chiapperini, e del presidente Vincenzo Mazzei del C.P. Club UNESCO Deliceto, hanno organizzato un convegno per il 21 dicembre sulla tutela dell’ immaterialità dei beni: alla riscoperta di un Patrimonio storico-artistico dimenticato: lo scultore Nicola Antonio Brudaglio (XVIII sec.).

I beni immateriali per eccellenza sono la pace e l’ avvicinamento tra culture diverse e  L’Arte aiuta a riscoprire gli strumenti di dialogo, essa diviene un mezzo capace di parlare al cuore di tutti gli uomini senza alcuna differenza di razza, ceto sociale e estrazione culturale, permette un confronto fruttuoso  e la realizzazione di ponti d’ amicizia tra comunità diverse.

 Nel Santuario della Consolazione di Deliceto (FG) sono custodite due stupende sculture lignee del 1700, che solo recentemente sono state attribuite alla scultore Nicola Antonio Brudaglio, capostipite di una prolifica bottega di scultori attiva dal XVIII sec. al XIX sec.  Ciò è stato possibile grazie alla sinergia tra Deliceto ed Andria, da ciò l’esigenza di riscoprire, valorizzare e diffondere la produzione e la figura di questo scultore Andriese che visse ed operò nella sua Città divenendo capostipite di una Bottega.

Per questo motivo il prossimo 21 Dicembre nel Santuario della Consolazione a Deliceto è stato organizzato un convegno in cui Vincenzo Mazzei parlerà dell’importanza storica del Santuario all’epoca della realizzazione delle sculture, mentre Valerio e Bianca Jaccarino parleranno della figura e delle opere del Brudaglio, formatosi a Napoli con il famoso scultore Giacomo Colombo, artista che ha lavorato anche molto in Puglia. Opere di questa bottega si trovano in tutta la Puglia, a Vieste, a Mola di Bari, a Cerignola, a Valenzano. . .

In particolare dichiara l’ideatore ed organizzatore “si è voluto realizzare anche una mostra fotografica che partendo da Deliceto potesse essere ospitata nelle Città e nei contesti legati all’operato dello scultore, infatti solo così ritengo si possa far conoscere e quindi e valorizzare adeguatamente la produzione artistica di Nicola Antonio Brudaglio esponente di spicco della Bottega Andriese che all’epoca realizzò moltissime opere sparse in diverse città del Sud”.

Un progetto di valorizzazione e comunicazione così importante  non ha senso se realizzato in maniera avulsa dal contesto socio-culturale in cui nasce, da qui la necessità di costruire una rete culturale tra il Centro Tannoja ed i  Club UNESCO  Andria, Club UNESCO Bisceglie, il Comitato Promotore Club UNESCO Deliceto ed istituzionale con la Regione Puglia, la Provincia di Foggia, Provincia BAT, Arcidiocesi di Foggia-Bovino, Città di Deliceto ed Andria e la Comunità Mariana custode della Consolazione.

Gli interventi dei Presidenti dei Club UNESCO di Andria e Bisceglie, ing Franco Chiapperini e della fotoreporter Pina Catino, Sponsor del neonato C. P. Deliceto, mireranno ad esporre la formazione agli  Ideali d’azione che l’UNESCO svolge concretamente in tutto il Mondo per la salvaguardia dei Patrimoni siano essi materiali, naturali, immateriali.

La manifestazione nasce con il contributo economico del comune di Deliceto sensibile alla salvaguardia del patrimonio comune.

 

Vincenzo MAZZEI, libero professionista, ha curato alcune pubblicazioni, collaborato con il ConSDABI N.F.P.I./FAO, già presidente del Centro Tannoja attualmente è il referente del C.P. Club UNESCO Deliceto

Valerio JACCARINO: maestro restauratore della Soprintendenza ai Beni Artistici della Puglia, ha restaurato moltissime opere attribuite al Brudaglio, impegnato in progetti di formazione sui  beni culturali è capo restauratore del’Istituto Centrale di Restauro in Roma, con la specializzazione nel restauro dei dipinti su tela, tavola, affreschi, manufatti lignei, cartapesta e dorature. Da 15 anni è ditta di fiducia della Soprintendenza per I Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Puglia ed ha suo attivo numerosi lavori di restauro in tutta la regione Puglia.

Bianca JACCARINO, laureata in Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi di Bari con una tesi in Iconografia e Iconologia,  si sta per specializzarsi in Storia dell’Arte medievale presso l’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli. Ha collaborato con il Polo museale napoletano per la realizzazione della mostra “Vasari a Napoli” conclusasi nel marzo c.a.

Il Presidente

Pina Catino                                    

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.